Colleen Corradi Brannigan

Laureata in Lingue e Maestro d’Arte, Colleen Corradi Brannigan è maturata come artista grazie alla frequentazione delle migliori scuole d’arte in Europa e Stati Uniti, soprattutto L’Art Students Legue di New York, dove si e’ specializzata in Incisione e Calcografia.
Da qui l'inserimento di alcune tra le sue opere più significative in importanti collezioni pubbliche e private.
La sua voglia di rinnovamento la spinge a far si’ che le conoscenze ottenute da continui viaggi, aggiornamenti e contatti con alcuni tra i più famosi artisti di fama internazionale sfocino in un uso assolutamente personale dei materiali (olii, acrilici, tempere, acquerelli ed inchiostri). Nella sua tecnica pittorica si scorgono infatti effetti di lucentezza difficilmente realizzabili.
La sua continua evoluzione sfocia nell’attenzione verso elementi architettonici in un susseguirsi di linee rette e curve; piani e dissezioni.
Anche a livello di cromie c'è un passaggio dalla prevalenza del bianco e del nero all'utilizzo del rosso.
Nell'inserimento di questi elementi colorati si coglie la volontà dell'artista da una parte di accentuare il contrasto tra il tutto ed il nulla rappresentati dal bianco e dal nero, e dall’altra di amplificare il potere di questi due elementi assoluti ma freddi  grazie al contrasto con un colore primario di calda potenza.
E’ spesso questa –ma non sempre- la chiave di lettura delle composizioni cromatiche, come per esempio ne ‘Le Citta’ Invisibili’, rappresentazione figurativa dell’opera di Calvino. Il taglio delle incisioni ne segna i gradini, l’inchiostro cola dai ponti, i tetti sbilenchi diventano eterei nei colori trasparenti d’acquerello.
Se Clarice e Adelma -che siano acquaforte o litografia- sono spietatamente in bianco e nero, il rosso di Maurilla e Leonia da’ alle Citta’ un’altra ottica e forma di pensiero, quindi un’altra dimensione. Il passo successivo diventa scultura. Eutropia, Tecla e Zermude sono in ceramica, terracotta e gres; in un’evoluzione che conosce il solo limite delle parole ispiratrici di Calvino e degli strumenti e materie prime che ne permettono la realizzazione.

Monica Miuccio




Al lavoro presso OM Workshop - Tokyo








 
 

Copyright © 1999-2012 Colleen Corradi Brannigan
non è consentito l'uso di immagini se non dietro consenso scritto